STREPITOSA LA SQUADRA UNDER 23 VINCE LO SCUDETTO
Domenica 30 Settembre 2018 06:29    | Scritto da Carla    PDF Stampa E-mail
 
Scudetto tricolore per la squadra under 23! Emozioni forti allo stadio di Pavia ai campionati di società riservati alle atlete più giovani delle categorie juniores e promesse.
"Nonostante la sfortuna di quest'anno che ha falcidiato nella prima parte della stagione il settore del mezzofondo con gli infortuni di Bortoli, Cherubini, Spagnoli e Giulia Zanne a
cui si sono aggiunti quelli nella velocità  con l'incidente alla Niotta, caduta all'arrivo dei 200 a Modena e lo stiramento di Alessia Pavese agli assoluti, ce l'abbiamo fatta lo stesso!
Tutte le ragazze hanno rispettato il pronostico anzi qualcuna è andata anche più forte!  Lo scudetto under 23 è  nostro con ben 5 punti di distacco sulla seconda.
È  una vittoria tutta meritata, frutto dell'impegno non solo delle atlete ma di tecnici e dirigenti ed anche di qualche genitore che ci sostiene! Sono orgoglioso di questa squadra,
hanno davvero dato il massimo e dimostrato di voler vincere. Ci abbiamo creduto molto ed abbiamo centrato l'obiettivo. Brave tutte e tutti! " esulta il dt Stefano Martinelli.
D'oro la juniores Vanessa Campana nei 3000 siepi con una gara intelligente che l'ha vista sempre nel gruppetto delle 3 atlete al comando che ha poi lasciato negli ultimi giri
tagliando il traguardo con un vantaggio inattaccabile. Vince nei 5000 metri la marcia la nostra Martina Ansaldi, sola al comando fin dai primi passi senza rivali che
la facessero impensierire. Grande prova quella di Elisa Cherubini nei 1500, rientrata da poco in pista dopo il lungo stop dovuto ad un problema al ginocchio.
Fin da inizio gara ha perso una scarpa ma ha corso come le avesse tutte e due, infatti solo in pochissimi se ne sono accorti presi dal tifo e dalla tensione agonistica.
Si tratta di una gara tutta tattica nella quale le atlete si sfidano più sui nervi che sulla prestazione. Elisa si guadagna una brillante medaglia di bronzo nonostante 1500 metri non siano pochi da correre scalza! D'argento la staffetta 4x100 (Melon-Mangione-Niotta-Pedreschi) e il disco di Veronica Rossetti insieme all'alto di Nicole Arduini. La Rossetti è anche terza nel peso.
Di bronzo è anche la medaglia di Alice Mangione nei 400. E ottimo è anche il risultato  di Mara Ghidini nei 3000, bronzo anche per lei ! Porta ancora punti importanti
il terzo posto nel salto con l'asta Laura Festa. Eccezionale 4^ posizione per Alessia Niotta nei 200 metri rientrata dopo l'intervento chirurgico subito alla spalla e già
di nuovo in pista proprio per questo evento. Agata Gremi è 4^ nel lancio del martello. E bene fa anche Delia Fravezzi nel giavellotto pure 4^.
Si aggiungono poi tanti buoni piazzamenti che hanno contribuito a questo grande risultato. Nei 100 hs Benedetta Corradini (5^) e 7^ nel salto in lungo, nei 100 m.
Chiara Melon è sesta, quinta piazza per la 4x4 con il qurtetto Tomasoni-Cherubini-Baruzzi e Mangione. 
Ultimo aggiornamento ( Giovedì 04 Ottobre 2018 16:55 )
 
ECCELLENTI- NELLA FINALE ORO SQUADRA DI BRONZO!
Domenica 24 Giugno 2018 15:09    | Scritto da Carla    PDF Stampa E-mail

Che emozioni e accelerazioni cardiache a rischio infarto in questa spettacolare kermesse di atletica leggera dedicata ai campionati italiani di società che si sono svolti nel weekend che volge al termine. Le nostre ragazze hanno difeso con la grinta ma anche con il cuore il podio conquistato l'anno scorso confermandosi la terza squadra femminile più forte nel panorama dell'atletica leggera italiana. Rivoluzionato il regolamento ed anche la data dell'appuntamento, anticipato a giugno rispetto al fine settembre del passato, che vede impegnate le migliori dodici società nella finale oro che si è svolta anche quest'anno a Modena. Il valore andava dimostrato su tutte le 20 specialità che compongono la disciplina, senza poter doppiare il punteggio, a seconda del settore più forte come avveniva fino all'anno scorso. L'impresa non era semplice perché mancavano alcune punte nel mezzofondo. Si è aggiunto lo sfortunato infortunio subito da Alessia Niotta che ci aveva fatto gioire conquistando la medaglia di bronzo nei 200 metri. Una caduta, dopo aver tagliato il traguardo, che non sembrava aver causato problemi preoccupanti si è dimostrata, invece, grave da meritare una corsa al pronto soccorso. Dispiaciuti tutti perché Alessia oltre ad essere una grande atleta è anche una splendida persona. Confidiamo, tutti, conoscendola, che la grinta e l'energia esplosiva che la caratterizzano la faranno guarire in breve tempo e tornerà più in forma di prima! Ti vogliamo bene Alessia e siamo tutti con te!

Grande nei 100 metri la mitica Jo, johanelis  Herrera Abreu, che vince con 11.67. Natalina Capoferri è d'argento nel disco. Seconda nella marcia Nicole Colombi. 4x100 seconda (Guglielmi-Niotta-Herrera-Pavese).Terza nei 4oo hs Venturi. Quarte Stevenato nel peso e Molardi nel giavellotto. Roberta ha fatto una buonissima prova ed era terza fino all'ultimo lancio che le è stato sottratto solo per un centimetro. Gara emeozionante anche quella del lancio del martello dove era schierata Giulia Rossetti che ha sfoderato la sua migliore prestazione stagionale. Anche lei ha perso la terza posizione proprio nell' ultimo lancio di finale che ha rimesso in discussione il risultato. I 1500 metri sono stati affidati a Federica Zanne che ci ha regalato il record personale dando il massimo e concludendo in quinta posizione. Ottima prova anche nei 400 metri per Alice Mangione che con 54.74 è sesta. Eccellente quarto posto per i 5000 metri  di Mara Ghidini che fa davvero una bellissima gara, sempre in progressione anche se mi ha confidato che non ama gareggiare la mattina presto. I 3000 siepi di Loubna Saardi hanno portato punti importanti alla squadra. La siepista ha coperto il giorno successivo anche gli 800 metri visto la mancanza delle punte, infortunate. Brava!  Ritorno quest'anno in pista per Alessandra Feudatari che per un grave infortunio era rimasta ferma alcuni anni. Nei 100 hs si piazza al sesto posto. Pure questa ragazza è un'atleta che ha grinta da vendere perché, grazie anche al puntuale e accurato aiuto della Società  che nei moment difficili non lascia solo nessuno, non ha mollato mai, recuperando con pazienza e tenacia un infortunio grave. Alessandra inoltre, dimostrando spirito di attaccamento alla Società, ha sostituito Alessia Niotta nella 4x4 pur non avendo mai corso i 400 metri. Formata da Pellanda, Venturi, Feudatari e Mangione si piazza al settimo posto. Buone anche le prove nel salto in alto di Nicole Arduini, di Gaiai Giuriato nel lungo e Katia Zani nel triplo e nel salto con l'asta di Laura Festa. Importante il loro contributo che ha portato punti fondamentali per la posizione finale. 

"Sono contento ed orgoglioso di questa squadra! Non era scontato riuscire a conquistare il terzo posto. Abbiamo dovuto sconvolgere l'assetto della squadra per la mancanza di tante atlete per infortuni vari. Ma ce l'abbiamo fatta! Questo vuol dire che abbiamo le potenzialità per fare di più e meglio! Tutte e tutti in questa stagione hanno dato il massimo e forse di più! C'è un clima di unione e di attaccamento alla Società che testimonia che chi semina bene poi raccoglie buoni frutti! Mi dispiace tantissimo per Alessia Niotta, ma lei sa che le saremo vicini come Società e come persone perchè l'Atletica Brescia è fatta di Persone non solo di tecnici e dirigenti ed è per questo che continua ad essere da più di mezzo secolo una grande Società!" Il dt Stefano Martinelli ha gli occhi lucidi che raccontano la sua emozione

Il presidente Bonfadini che non è potuto essere presente, non vuole far mancare i suoi complimenti: "Questa è la terza volta che l'atletica Brescia 1950 Ispa group sale sul podio ai campionati italiani di società. Essere la terza Società tra le migliori d'Italia è un ottimo risultato. Le nostre atlete sono eccezionali non si risparmiano e hanno uno spirito di squadra che mi commuove! Complimenti a voi e ai vostri allenatori ma anche alle famiglie che ci sono sempre vicine! Io non sono potuto essere con voi ma c'ero col cuore. In campo c'erano, però, Giovanni e Marco Tanghetti di Ispa group che ci sostiene da tanti anni. Un Grazie particolare a questi imprenditori che aiutano l'atletica  ad andare avanti e a  fare grande Brescia! Un abbraccio d'incoraggiamento alla nostra Alessia: grinta e determinazione Ale tutti noi siamo con te!"

Ultimo aggiornamento ( Domenica 24 Giugno 2018 17:28 )
 
ECCEZIONALE ARGENTO PER ELISA BORTOLI NEI 1500 METRI ASSOLUTI
Lunedì 27 Giugno 2016 15:15    | Scritto da Carla    PDF Stampa E-mail

Come al solito Elisa Bortoli non delude mai. L'atleta ha conquistato una splendida medaglia d'argento in una gara molto combattuta che l'ha vista prevalere grazie alla sua determinazione e convinzione. Partita la Magnani per tentare il record minmo per le Olimpiadi, il resto del gruppo rimane compatto per contendersi il secondo gradino del podio e, nonostante l'ancora poco allenamento nelle gambe dovuto ad uno stop per un risentimento all'alluce, Elisa si mette alla testa delle inseguitrici. E stupisce, anche se i suo fans più fedeli sanno che non molla mai, l'impresa non sembra così facile ma l'atleta ha quella marcia in più che le consente, anche se ancora non pienamente in forma, di tagliare il traguardo al secondo posto. Visibilmente soddisfatta dichiara: "Mi sono un po' riscattata dalla gara non bella ai campionati di categoria e sono contenta ora miro a migliorare il personale, ma intanto mi godo questo bel risultato!"  Buono anche il piazzamento della giovane, primo anno juniores, Elisa Cherubini semopre nei 1500 (10^): "Sono contenta perché per me già essere qui agli assoluti rappresenta un ottimo traguardo. Per me è stata un'importante esperienza, ho visto la grinta e la "cattiveria" che ci mettono quelle più grandi in queste manifestazioni. Ho ancora tanto da imparare e quindi sono stata contentissima di poter partecipare e confrontarmi con le migliorri atlete italiane di questa specialità."

Altro ottimo risultato la medaglia di bronzo per Nicole Colombi nella marcia. Si è rifatta Nicole dopo la delusione dei campionati promesse dove, per errore, è stata squalificata quando era in testa alla gara e a due giri dalla fine. Ha dimostrato davvero carattere perché non deve essere semplice accettare certi imprevisti e continuare ad avere grinta e concentrazione necessarie per mettere i puntini sulle i e continuare ad affermare il tuo valore. Ma Nicole ci ha creduto fino in fondo dando la soddisfazione che merita anche al suo allenatore che la segue da sempre con tanta e tanta passione e competenza.

L'altro podio ce lo hanno regalate il magnifico poker di donne che ha formato la staffetta 4x100. Guglielmi, Tagliabue, Albertoni ed Herrera Abreu sono andate fortissimo regalando un'altra soddisfazione all'atletica Brescia 1950. Esultanti le velociste del risultato insieme al direttore tecnico e al responsabile delle staffette Igor Crispi.

Molte sono state le atlete che hanno conseguito il minimo per partecipare a questi campionati italiani assoluti 2016. Quinto posto nel disco per Natalina Capoferri che sarà da seguire ai prossimi Europei di luglio. Sesta Francesca Stevanato non ancora in piena forma che ha scontato dei forti dolori addominali che non l'hanno aiutata a dare il meglio di sé. Settima posizione per Roberta Molardi nel giavellotto. C'è da segnalare il ritorno in pista nei 100 ostacoli di Silvia Taini dopo uno stop di un anno. Undicesima nei 400 hs Elena Venturi degli Esposti. La veterana Alessandra Melchionda ha conquistato l'undicesimo posto nel giavellotto. Dulcis in fundo la prestazione della campionessa italiana promesse dei 200 metri Johanelis Herrera Abreu che, purtroppo, a Rieti è stata un po' penalizzata dal forte vento. Jo entra in finale nei 100 metri e si piazza al sesto posto mentre nei 200 si mostra sotto tono ed è solo 12^.

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 27 Giugno 2016 16:20 )
 
LA NOTTE DELLA LEONESSA
Venerdì 15 Giugno 2018 20:33    | Scritto da Michael    PDF Stampa E-mail

La Notte della Leonessa

Clicca qui per vedere la locandina. 

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 15 Giugno 2018 20:42 )
 
SODDISFAZIONE PER GLI ALLIEVI QUINTI A FIRENZE
Domenica 02 Ottobre 2016 13:47    | Scritto da Carla    PDF Stampa E-mail

Sono stati proprio bravi i nostri allievi a Firenze. Essersi classificati al quinto posto nel campionato di società serie B comparto Tirreno dimostra che si sono impegnati cercando di esprimersi al meglio. E ci sono riusciti alla grande portando a casa questo splendido risultato che ha superato ogni aspettativa. "Bravi sono stati davvero bravi perché ci hanno tenuto a ben figurare. Sono venuto apposta, sacrificando un po ' la squadra femminile nella serie A, e sono contento perché hanno dato il massimo!"  Il dt Stefano Martinelli alla fine della manifestazione. "Complimenti anche dal Presidente Bonfadini a voi e ai vostri allenatori "

 

Michele Falappi di ritorno dall 'impresa racconta "Sono soddisfattissimo perché ho migliorato anche il mio primato personale.  Nella staffetta devo acquisire ancora un po ' di esperienza perché parto pensando che siano i 400 e mi dimentico di andare alla corda. Sicuramente ha giocato molto l'emozione che in questi appuntamenti ti condiziona un po'. Poi però dicono i tecnici che sono andato bene lo stesso!" Michele è medaglia d 'argento nei 400 metri con il tempo di 50.51.  Insieme ai compagni Alberto Filippini Andrea Pantaleone e Davide Valdameri, Michele ha conquistato uno splendido terzo posto nella staffetta 4x4. Alberto ha coperto anche la gara del martello:" L'ho presa un po' come un gioco perché sono un velocista però la squadra aveva bisogno e ci ho provato. Ed in fondo non è andata nemmeno male!" Ed infatti Alberto ha formato con Bertolani, Corsini e Girelli la 4x100 che si è classificata al quinto posto con l'ottimo tempo di 45.11  Ai blocchi di partenza Andrea Bertolani che con un risentimento al ginocchio non corre al massimo della condizione e passa in sicurezza il testimone al "martellista", perfetto il secondo passaggio tra Filippini  e Simone Corsini. Eccellente anche l'ultima consegna del testimone che permette al lanciatissimo Matteo Girelli di chiudere in seconda posizione nella batteria.

Anche i lanci sono fonte di soddisfazione e di punti importanti. Andrea Lavello quarto nel giavellotto e quinto nel disco arricchisce il bottino della squadra mentre tasselli importanti arrivano dall'ottava posizione nel famigerato martello e dai salti coperti da Girelli (Lungo) e Corsini (triplo).

Davide Valdameri è quinto nei 400 hs e record personale per lui anche se per pochi centesimi. Piazza n. 6 sia nei 2000 siepi che nei 3000 metri per Giovanni Carli "Sono un po' agitato perché è la gara più importante della stagione per me, farò del mio meglio e spero vada bene."  1500 metri nella prima giornata per Andrea Pantaleone e 800 nel giorno successivo conclusi rispettivamente al settimo e sesto posto. "Ero preoccupato soprattutto di non riuscire a smaltire l'acido lattico per la staffetta 4x4 ed invece me la sono cavata.....la medaglia di bronzo è una bella soddisfazione". 

Fiore all'occhiello il piazzamento d'argento per Andrea Bertoletti nei 5 km di marcia.  Grande Andrea nella sua gara che ha un po' sofferto essendo fermo da qualche tempo e avendo ripreso da pochissimo l'allenamento proprio per questo impegno.

"Ho visto tanta generosità e impegno sia dai ragazzi che dagli allenatori. E il buon risultato lo dimostra. Eravamo accreditati con la decima posizione ed essere arrivati quinti dimostra quanto questi atleti ce l'abbiano messa tutta per raggiungere un obiettivo importante per tutta la squadra. Voglio ringraziare  tutte le Società che credono e partecipano al nostro progetto come Atletica Chiari  e Atletica Villanuova e un grazie speciale ai  tecnici che con la loro competenza e con tanta passione preparano le ragazze e i ragazzi per essere pronti ai Campionati di Società. Grazie davvero da me e dal Presidente Aldo Bonfadini." Firmato Stefano Martinelli (d.t.)

 

 

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 13 Ottobre 2016 15:15 )
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  9 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 9